Pierfranco Sofia – Incontro epicureo

Articolo
Giovedì 15 Novembre 2018
Monica Thaler

In una serata dalla temperatura insolitamente più che gradevole, il mio ospite arriva con incedere deciso, appena affrettato da un leggero ritardo. È Pierfranco Sofia, direttore tecnico del LAC (Lugano Arte e Cultura) a inaugurare gli incontri voluti da Swiss Wine Gourmet per la pagina in lingua italiana.

Ci incontriamo alla Casa del vino Ticino: piccola negli spazi, grandiosa e completa nell’offerta dei vini e dei cibi. Il locale, unico del suo genere su tutto il territorio elvetico, è il primo luogo di promozione permanente dell’enogastronomia ticinese, ardentemente voluto dagli imprenditori vitivinicoli del nostro Cantone.

Bipolarismo culturale

Iniziamo a chicchierare sorseggiando un bicchiere di “Confessore” della Chiericati Vini di Bellinzona, un bianco di Merlot recentemente insignito con il Gran Prix du Vin Suisse nella categoria Blancs de Noirs. “Sono nato a Lugano, ma le mie origini sono isolane”, esordisce Pierfranco. E proprio crescere in Ticino, senza rinnegare le sue radici siciliane, gli ha permesso di sviluppare ciò che diventa uno dei suoi punti di forza, ciò che lui stesso ama definire scherzosamente bipolarismo culturale

Intanto ci spostiamo a tavola, dove si lascia stupire dal menu della Rassegna Gastronomica che, per tutto il mese di ottobre, presenta i piatti sapientemente preparati dal giovane e promettente Chef Remi Agustoni. Ad accompagnare le portate il “MCCX” dell’azienda vitivinicola Davide Cadenazzi, un rosso del Ticino DOC che sorprende piacevolmente Pierfranco.

Una carriera nel teatro

“Terminata la Scuola Tecnica Superiore di Trevano, mi sono specializzato a Brera”. Si fa le ossa lavorando come responsabile di palcoscenico e responsabile di produzione nei più grandi e famosi teatri d’Italia e, al seguito di importanti compagnie teatrali, viaggia in tutta Europa, America del Sud, Russia e Australia. “Perth coniuga egregiamente il senso del dovere con la giocosa capacità di stare in compagnia”.  La sua curiosità unita all’apertura mentale, tipica di chi è cresciuto in equilibrio tra due diverse culture, gli permettono di captare al volo situazioni, luoghi, persone e personaggi. Uno su tutti, l’improvvisato “direttore tecnico” di un noto teatro, rimastogli impresso più per la foggia dell’abbigliamento che per le conoscenze tecniche. Un bagaglio ricco di ricordi, quello di Perfranco, che privilegia reminescenze legate a immagini inusuali: “Ho ancora davanti agli occhi un gasdotto in Russia: si snodava a tre metri dal suolo e, qua e là, era volutamente gibbuto per permettere il passaggio delle autocisterne”. 

Insieme ai luoghi, agli usi e costumi e ai volti, il nostro riporta da ogni dove gusti e sapori: “Sai perché bevono tanta vodka in Russia? – inziga sorridendo – Perché quella si sposa alla perfezione con aringhe, salmone, verdure e coriandolo, tanto coriandolo ovunque!” Lapalissiano, ça va sans dire. “Oggi, ho come l’impressione che tutti vogliano creare la ricetta sorprendente. Io amo la semplicità. La vera abilità, per me, è sapere cucinare piatti semplici con guizzo creativo”.

Nel 2016 approda al LAC di Lugano in veste di direttore tecnico. “Le produzioni teatrali, siano esse prosa, danza o concerti, sono il mio pane quotidiano, ne conosco il linguaggio, per così dire. Tutt’altra storia portare sul palco del LAC “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini, primo allestimento di un’opera lirica firmato da Fasolis e Rifici, coprodotta da RSI Radiotelevisione svizzera, LAC Lugano Arte e Cultura, Luganoinscena e LuganoMusica: una sfida enorme, colossale”. Un successo strepitoso, che ha mandato in visibilio un pubblico da tutto esaurito e standing ovation con applausi scroscianti tanti e tali, da indurre la concessione spontanea del bis “Di sì felice innesto”, l’aria finale del secondo atto. 

La conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, che lavorare con sapienza e passione dietro le quinte di un teatro, così come tra il ribollire dei tini, fa la differenza nel prodotto finale.

Tutte le notizie

Aziende correlate